Cooperazione Italia-India, ecco il bando a sostegno della ricerca

Estimated reading time:1 minute, 29 seconds

Nel quadro dell’Accordo sulla Cooperazione scientifica e tecnologica tra la Repubblica dell’India e la Repubblica italiana la Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica italiana e il Dipartimento di Scienze e Tecnologia del Ministero di Scienza e Tecnologia del Governo dell’India hanno pubblicato il Bando per la raccolta di progetti congiunti di ricerca e sviluppo industriale nell’ambito del Programma di Cooperazione Scientifica e Tecnologica Italia-India per il periodo 2017-2019.

Beneficiari

Il partner indiano che intende partecipare al bando deve essere una società con sede in India. Istituzioni accademiche, strutture di ricerca ospedaliere, istituti di ricerca sono incoraggiati a partecipare ai progetti come collaboratori.

Il partner italiano deve essere un’azienda che svolge attività di ricerca e sviluppo. Le aziende che non svolgano attività di ricerca e sviluppo diretta possono partecipare collaborando con un’entità non industriale (Università, centro di ricerca, ecc.). Le PMI che presenteranno progetti in collaborazione con un partner di ricerca, le imprese start-up innovative e gli incubatori certificati (come definito dall’art. 25 del DL italiana n. 179/2012) e le PMI innovative (come definito dall’art. 4 del DL Italiano 3/2015) saranno considerati in via prioritaria.

 

 

Iniziative ammissibili

I temi ammessi dal bando per i progetti bilaterali di ricerca e sviluppo industriale sono i seguenti: materiali avanzati, industria intelligente, tecnologie per il patrimonio culturale, e tecnologie per l’acqua (in particolare, potabilizzazione, purificazione, desalinizzazione, tecnologie per l’irrigazione e trattamento e gestione delle acque inquinate). Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare è co-finanziatore per un progetto sulle tecnologie per l’acqua.

Contributi

Il contributo può ammontare al massimo al 50% dei costi totali di progetto.

 

 

Procedure e termini

Le domande devono essere inviate entro e non oltre il 31 ottobre 2017.

 

No Comments

Lascia un commento